Ricordate il recente battage sui “terroristi” intrapreso insieme dal ministro di polizia e polizia del ministro con una stampa totalmente embedded (cioè complice)che accettava ed amplificava le loro “indiscutibili” versioni?
Non so niente di quell’affare, ma mi colpì particolarmente il clamore sull’arresto di Bruno Bellomonte. Infatti sospettai subito di una bufala dato che lui era già stato oggetto di una medesima (bufala) nei fatti (anch’essi sgonfiati) dell’11 luglio di tre anni fa a Sassari. La clamorosa bufala Arcadia.

Incriminato per delle intercettazioni, riuscì fortunosamente (e fortunatamente) a dimostrare che all’epoca dei fatti si trovava in Tunisia. Brutta figura degli inquirenti che evidentemente se la sono legata al dito. Un dito accusatore che all’occorrenza, a seconda del bisogno di terrore, rispolvera a caso i terroristi colpendo nel mucchio. Come se li tirassero fuori da un cilindro al posto del coniglio. Una volta la chiamavano strategia della tensione. Oggi serve ancora a coprire le magagne di un povero governo para-fascista che strombazza retoriche promesse al popol bue senza mantenerne mai una. Proprio come Mussolini.
Scommetto che ora il povero Bruno Bellomonte, sbattuto sulle prime pagine, è già diventato un pregiudicato buono per tutte le stagioni nonostante non abbia mai commesso nessuno dei crimini di cui viene accusato. Se ci fosse davvero giustizia, lui dovrebbe, e potrebbe, legittimamente arricchirsi con i danni che sarebbe giusto richiedere a chi ha montato e sfacciatamente sostenuto il teorema persecutorio.

Intanto siamo paradossalmente governati da uno che i crimini li ha commessi praticamente quasi tutti e senza mai pagare: corruzione, falso in bilancio, amicizia stretta con golpisti, mafiosi, spacciatori, protettori di prostitute, truffatori… ha frequentato davvero cattive compagnie comportandosi come uno di quelli che vengono definiti “delinquente abituale” per la propensione ad iterare i comportamenti criminosi… Non è difficile documentarsi: dai tempi della sua iscrizione alla P2 in poi…

Torniamo a Bellomonte: bel video degli StranoS ElementoS che dice più di mille parole – buona visione a tutti

3 commenti

  1. >ho scaricato il video di stranos elementos e il trailer di oil, grazie ancora per le energie impegnate a svegliare i pigri di mente. Se puoi cambia il metodo per le mail, personalmente non mi va di usare outlook express mi pare troppo invasivo, e grazie anche per ingortosu.
    paolo m.

  2. Alberto Masala

    >caro paolo,
    anzitutto grazie della tua visita e di quello che dici.
    Ma io non uso outlook! Uso Mozilla, Thunderbird in un sistema Linux… la penso esattamente come te.
    dunque non impongo nessun programma!
    probabilmente è google che te lo serve in automatico (io nemmeno lo sapevo )!
    tu sai cosa si può fare?
    io non lo so davvero…
    scusami

  3. >grazie per la risposta immediata, sono io che ancora non sono passato a linux, provvederò appena trovo il tempo, l'incoveniente lo evito chiudendo il programma e usando il post dei commenti, mi è già successo altre volte e forse per "pigrizia mentale" pensavo che fosse il blog impostato con outlook, evidentemente invece è il mio uso di microsoft che prevarica e usa solo i suoi programmi in automatico. scusami te, cercherò consigli su come evitare il problema e mi riprometto di usare open source entro breve.
    grazie paolo m.

Rispondi a Alberto Masala Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.